Archivi del mese: ottobre 2013

Ferma a Treviso, Conegliano, Sacile … Como, Lainate, Chiasso.

Ci siamo dati appuntamento alla stazione alle 11 in punto. L’accordo prevedeva di prendere il primo treno in partenza, qualunque fosse la direzione e di scendere all’ultima fermata. Quello che non avevamo previsto stupidamente, era che allo stesso orario partissero … Continua a leggere

Pubblicato in corpi, senza regole | 44 commenti

Dolcevita.

Un’ora fa ho comprato un dolcevita, il primo che abbia mai indossato. Nero, lana pettinata, credo si dica così. Fin da bambino ho amato vestire in modo classico, pulito, ordinato. Il mio armadio è una certezza. Vivendo in albergo non … Continua a leggere

Pubblicato in corpi, l'assassino | 31 commenti

Scisabegledi.

Ho incontrato Giovanna. Ci siamo date appuntamento alle sette vicino alla fontana, in piazza. Capita che ci si incontri e ci si piaccia, ci si capisca. È come se si sapessero delle cose e quelle che non si sanno si … Continua a leggere

Pubblicato in corpi | Contrassegnato | 35 commenti

Ingoiando elefanti.

Tu vuoi che io diventi un serpente anche se sai che ciò non è possibile. Mi metti alla prova con indovinelli ai quali non sai rispondere nemmeno tu, nonostante la bravura a muoverti tra cavalli e nebbie. Ho cominciato a … Continua a leggere

Pubblicato in senza regole | 26 commenti

L’amore gratis.

Chi vorrebbe essere amato gratis? Giurate che lo vorreste veramente! Chi vorrebbe essere il primo in seggiovia, la prima perla del rosario, il primo punto di una circonferenza, il primo raggio della mia bicicletta? “Cretina!” Mi state dicendo. “Non esiste … Continua a leggere

Pubblicato in senza regole | 42 commenti

In piedi, entra la corte.

È un bel gioco, più che una caccia al tesoro, più di un rebus, meglio di un rompicapo. Farti la corte è quasi un lavoro, un proponimento, un mantra. Peccato che sia troppo difficile, non capisco quale direzione prendere. Potrei … Continua a leggere

Pubblicato in love love love, senza regole | 35 commenti

Dammi tre parole.

Le parole di oggi sono tre. Algoritmo Iconema Sfilettare Ho bevuto uno spritz e ho mangiato un toast al tavolino di quel bar pieno di francesi. I bambini francesi appoggiano il panino sul tavolo, non sul piatto e i loro … Continua a leggere

Pubblicato in senza regole | 30 commenti

Strani amori.

Si parlava d’amore. Strani amore il mio e il tuo. Io persa nella nebbia sulla strada del ritorno, tu al buio. Si parlava di musica. Strane passioni le nostre. Io tunch tunch, tu blem blem blem. Si parlava di cene, … Continua a leggere

Pubblicato in love love love | 6 commenti

Finger food.

Non ho ancora capito come sia meglio procedere. I metodi sono molti, le intelligenze pure. Per quel che mi riguarda dovrei includermi in un protocollo che tenga presente che più vedo meno capisco e che più faccio meno imparo. Per … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | 42 commenti

Senza un cappotto rosso non è vita.

Non posso stare senza un cappotto rosso da infilare cominciando dalla manica destra, senza un cappotto rosso che abbia una cintura da stringere a crepapelle in vita. Ne desidero uno quasi come desidero te. Non posso affermare di volerlo come … Continua a leggere

Pubblicato in corpi | 14 commenti