A pancia in su.

Il soffitto aveva travi di legno che non ho contato.
Non ho avuto il tempo di farlo perché parlavo e ascoltavo ed ero così presa dall’ascoltare e dal parlare che non ho contato.
Raccontarti di me, sentire di te sdraiata a pancia in su, sopra un letto sotto ad un soffitto con le travi di legno e non pensare nemmeno di contarle.

Annunci

Informazioni su menteminima

Metto i baffi così non mi riconosco.
Questa voce è stata pubblicata in corpi. Contrassegna il permalink.

6 risposte a A pancia in su.

  1. massimolegnani ha detto:

    Bello questo individuare un dettaglio minimo, la mancata conta dei travi al soffitto, e renderlo simbolo dell’intensita’ di uno scambio
    ml

  2. rodixidor ha detto:

    Le travi in legno danno una sensazione di calda accoglienza

  3. bleachedgirl ha detto:

    Non ci credo. Stavo ascoltando lo stesso pezzo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...