Strani amori.

Si parlava d’amore.
Strani amore il mio e il tuo.
Io persa nella nebbia sulla strada del ritorno, tu al buio.

Si parlava di musica.
Strane passioni le nostre.
Io tunch tunch, tu blem blem blem.

Si parlava di cene, di cibo, di cieli.
Io che mangio con gli occhi, tu che di occhi ne hai centinaia.
Tutti bellissimi.

Si parlava del bel tempo andato.
Io che parlo di strani amori andati e anche tu.

Annunci

Informazioni su menteminima

Metto i baffi così non mi riconosco.
Questa voce è stata pubblicata in love love love. Contrassegna il permalink.

6 risposte a Strani amori.

  1. rodixidor ha detto:

    Il video musicale un esempio di tunch tunch ?

  2. rebowsky ha detto:

    talvolta parlare semplifica le cose.
    altre volte, le complica.
    (e comunque W il blem blem blem!! ;-))

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...