Archivi del mese: ottobre 2013

Qui sono venuta male.

Sorrido, il mento vicino alla tua spalla, tu di profilo ridi. Chissà cosa stavamo dicendo. Dio che magra, e che costume osceno, sì osceno, in tutti i sensi. I capelli corti e la camicetta a quadretti bianchi e azzurri. La … Continua a leggere

Pubblicato in senza regole | 14 commenti

A pancia in su.

Il soffitto aveva travi di legno che non ho contato. Non ho avuto il tempo di farlo perché parlavo e ascoltavo ed ero così presa dall’ascoltare e dal parlare che non ho contato. Raccontarti di me, sentire di te sdraiata … Continua a leggere

Pubblicato in corpi | 6 commenti

Mercoledì.

Caro. Ho spolverato con l’accetta ogni superficie visibile. Poi sono passata a quelle invisibili e ho visto dov’era l’errore. Non me ne ero mai accorta perché le maglie delle mie pupille son troppo larghe, come larghe sono le trame della … Continua a leggere

Pubblicato in senza regole | 6 commenti

Sulla spalla destra.

Pensavo. La mia testa sulla tua spalla. Quando ci hanno fatti avranno pensato ai possibili incastri? Vuoi dire che non siamo altro che un gigantesco tetris, un domino infinito o un finito puzzle? Gli incastri a volte coincidono,  o almeno … Continua a leggere

Pubblicato in corpi | 26 commenti

Sperando in un quadrato costruito sui cateti.

Ho sperato di saper costruire cose, ma mi mancano i giusti teoremi, le giuste geometrie. Mi perdo in cunicoli di senso che a senso sento solo io. A volte vorrei saper fumare sigarette senza correre i soliti rischi. Sapete no, … Continua a leggere

Pubblicato in senza regole | 5 commenti