Quello che di marcio ho da offrire. (sì, di nuovo)

Scegli il contenitore.
Uno scatolone con la scritta fragile non va bene.
Prendine uno di cartone grosso, per la misura fa’ tu.
Ma se preferisci anche una bottiglia può andare, ho del marcio liquido.
Ricordati di evitare i cofanetti preziosi, le scatole per gioielli e i sacchetti dell’Auchan che sono bucati alla nascita.
Infilami una mano in bocca, dai scendi, scendi giù. Afferra a caso e tira fuori.
Potrei darti di meglio se volessi infilarmi quella mano tra le gambe, ma vedo che la sola idea ti fa orrore. Hai ragione, quella è roba per collezionisti.
Ora chiudi tutto nel contenitore. Per guardare, scegli il momento e il luogo giusto. Il cesso, con la porta chiusa a chiave, mentre tutti dormono potrebbe andare bene.
Sono marcita col tempo. Ma forse non è nemmeno questa la verità. Ero già marcia, semplicemente non lo sapevo.

Annunci

Informazioni su menteminima

Metto i baffi così non mi riconosco.
Questa voce è stata pubblicata in senza regole, tantopercantare. Contrassegna il permalink.

10 risposte a Quello che di marcio ho da offrire. (sì, di nuovo)

  1. Fa ha detto:

    Quanta violenza. Fossi un tipo impressionabile mi spaventerei. Ma io ho visto di paura. 🙂

  2. rodixidor ha detto:

    Si marcia, fianco destro e via. Si marcia in fila indiana e si batte il passo. Si marcia, il passo dell’oca potrebbe andar bene. Una marcetta allegra però, la marcia funebre la lasciamo a chi vuol piangersi addosso, e qui non vedo nessuno che voglia farlo.

  3. vagoneidiota ha detto:

    Ti leggevo ed ascoltavo musiq soulchild – just friends (sunny).
    L’effetto è stato travolgente un po come nei film di tarantino o nei racconti di Poe letti al mare mentre senti nell’aria il profumo della crema solare.
    Sono rimasto qualche secondo blindato a guardare le ultime parole poi, ho riletto non mutando la sensazione.
    Sarà il sabato. Sarà il sole che entra in questo treno. Sarà la faccia che hai messo sul profilo. Sarà la bella scrittura che ti contraddistingue. Forse la musica che ha le sonorità di D’Angelo.
    Sta di fatto che mi scappa un sorriso.
    Un bacio.

  4. menteminima ha detto:

    Tu leggi Poe al mare? Ti stimo.
    Grazie, lieta del sorriso che ti è scappato:-)

  5. newwhitebear ha detto:

    Diamine, post nero fumo questo! Ma sono convinto che ci sia del buono nel tuo sottofondo.

  6. massimolegnani ha detto:

    quanta poesia disperata e bella in queste righe!
    ml

  7. graziaballe ha detto:

    L’atteggiamento ostinatamente ottimista direbbe “marcia è già qualcosa”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...