Equilibrio e armonia.

Mio zio ha novantatré anni. Da due settimane non dorme perché ha paura di morire nel sonno. Ha paura della notte, del silenzio, della solitudine, del nulla.
Da bambini vi è mai capitato di non voler dormire per paura e di esservi tranquillizzati solo con la mano della mamma vicina?
Ma chi la tiene la mano di un vecchio?
Io non ho saputo cosa dirgli.

Annunci

Informazioni su menteminima

Metto i baffi così non mi riconosco.
Questa voce è stata pubblicata in spritz. Contrassegna il permalink.

28 risposte a Equilibrio e armonia.

  1. ma forse in certi casi non c’e’ molto da dire, forse basta solo quella mano da offrire.

  2. vagoneidiota ha detto:

    Come al solito, sei una freccia scoccata da un arco teso lungamente. Arrivi dritto al punto e decidi di lasciare una ferita sanabile ma dolorosa.
    Una di quelle ferite che, quando arrivano, ti chiedi perché ti manca il fiato. Ti manca l’aria attorno.
    E ti rendi conto che l’arco, tirato, curvato, nervoso, ha succhiato tutto l’ossigeno possibile. Ha rarefatto quel che di respirabile c’era.
    Poi, la freccia.
    Poi, un vecchio.
    Poi, il limite tra la vita e la fine, e la paura che tiene tutto legato ad un filo di tela.
    Chi tiene la mano di un vecchio?
    Già. Cazzo di domanda.
    E la freccia riparte.
    Perché quando non so cosa rispondere, mi tengo il dolore.
    Notte da Londra, Mente.

    Jill scott – comes to the light
    Che non riesco a staccarmi le note della testa.

  3. sguardiepercorsi ha detto:

    Son d’accordo con ammennicolidipensiero. Le parole possono anche non esserci. Ma se una notte ti offrì di passarla con lui, a tenergli ogni tanto la mano, gli fai comunque un dono. Non gli calmerà la paura di morire, ma gli scalderà l’animo.
    Ciao!

  4. graziaballe ha detto:

    vuole essere presente quando cederà il fiato a qualcun altro? o ha paura della morte anke da sveglio?
    se non si può tenergli la mano c è, solo l arrendersi al proprio destino …

  5. rodixidor ha detto:

    Anche io non ho saputo dire niente in analoga situazione. La tristezza della cosa è che un vecchio vede la sua condanna irrevocabile negli occhi e negli atteggiamenti di chi gli sta accanto e deve essere terribile. Alzi la mano fra di noi chi non ha pensato che a quella età dovrebbe esser contento di spirare nel sonno.
    Blade Runner ultima scena, è struggente la morte dell’androide che sebbene vissuto per centinaia di anni vorrebbe un attimo ancora.

  6. massimolegnani ha detto:

    Dovrebbero essere i figli o i nipoti, ma c’e’ un pudore insormontabile a ribaltare i ruoli e farsi genitore di un vecchio.
    ml

  7. Gintoki ha detto:

    Anche io non avrei saputo che dire, ma, come hanno già detto prima di me, forse in certi casi non è necessario dire qualcosa, basta esserci.

  8. newwhitebear ha detto:

    E’ normale che arrivi la paura di addormentarsi e non svegliarsi più. Come spiegarlo allo zio, che tutto sommato non è un’opzione così terribile.

  9. stefaniazan8 ha detto:

    Io l’ho pure baciato
    E’ morto lo stesso
    Ma senza paura

  10. ili6 ha detto:

    Ci sono persone molto anziane che non hanno questa paura, l’hanno superata, hanno accettato quel momento che sanno arriverà presto. Sono sereni e chiedono solo una mano accanto, senza parole.
    Io ho paura di invecchiare perchè non so se troverò quella mano.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...