A proposito di te.

Sono giorni che ho per la testa un paio di storie da raccontare.
So che è roba da poco ma mi piace scrivere di quel che vede e pensa Paolo, delle sue donne, le sue e le loro miserie, le sue (scarse) e le loro glorie.
Mi piace guardare i culi delle femmine e ai culi della vita senza poter essere giudicata.
Parlare di stronzate è una delle mie specialità, se poteste venire vi inviterei qui da me. Conosco un paio di posti carini, vi ubriacherei senza traballare un istante bevendo più di voi perché sono diventata una donna grande di età e di carne bevendo quel tanto per tanti, quel giusto per me.
Oggi è lunedì, arrivato dopo una domenica grigia e un po’ annoiata di pesce al forno e camicie da stirare e non è la giusta sera per raccontare.
È appena venuta giù tutta la tempesta che potete immaginare e ora il cielo è così nero che così nero mi pare di non averlo visto mai.
Ho lavorato sodo oggi, con la passione e con l’amore, con la fatica. Con le mani e con la voce, sguardi, sorrisi, compassione … e rabbia. Oggi ho fatto vergognare una donna perché sono una stronza che non ha ancora capito che si deve andar piano e non si può dire a una donna così “Firmi qua”.
Ma tra poco sarà notte e io non dormirò perché ho il cuore che mi scoppia d’amore, sì, proprio d’amore.

Annunci

Informazioni su menteminima

Metto i baffi così non mi riconosco.
Questa voce è stata pubblicata in insonnia, l'assassino, smalto alle unghie, spritz e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

13 risposte a A proposito di te.

  1. rodixidor ha detto:

    Molto bello. “Guardare ai culi della vita” poi una delle tue perle che vien voglia di rubare. 🙂

  2. tramedipensieri ha detto:

    Un bicchiere
    ma solo uno lo berrei anche io, ascolterei e parlerei
    anche di Paolo
    ma dopo

    buona giornata
    .marta

  3. lilasmile ha detto:

    Anche a me accade a volte di non dormire per troppa adrenalina in corpo. I sentimenti sono cose forti. La canzone che hai postato è davvero stupenda, l’ho riascoltata con piacere!

  4. “Conosco un paio di posti carini, vi ubriacherei senza traballare un istante bevendo più di voi perché sono diventata una donna grande di età e di carne bevendo quel tanto per tanti, quel giusto per me”.

    Bellissimo…

  5. sì, mi ero perso qualcosa.

  6. newwhitebear ha detto:

    Beh! la storia l’hai raccontata a modo tuo ma pur sempre vera.
    Un bicchiere? Si beve senza esagerare.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...