Archivi del mese: aprile 2015

Ogni giorno un fiore.

Dovrei cantare ogni giorno un fiore, con la voce alta, che vibra in fronte. Uno per giorno, ogni volta diverso o anche uguale. Oggi è giovedì e canto un papavero, ieri uno giallo senza nome perché lo ignoro come ignoro … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | Contrassegnato | 26 commenti

Rifiuto organico riciclato.

Oggi è come il sapore del mattino nella bocca di mister Camel. È come il perizoma di missis Americano dopo una notte di sesso al Motel con mister Folletto. Oggi è come l’aroma di conceria di quel serpentario a Bangkok. … Continua a leggere

Pubblicato in senza regole | Contrassegnato , , | 38 commenti

Lo stato.

In questo posto non ho praticamente mai scritto di me stessa, quella vera intendo. Oggi ho voglia di farlo, ho voglia di mettere nero su bianco, a caso, quello che mi passa per la testa. Lo so, è un esercizio … Continua a leggere

Pubblicato in senza regole | Contrassegnato , | 36 commenti

Sintonia imperfetta.

Era una donna strana, forse stronza sarebbe l’aggettivo corretto. L’ho conosciuta un paio d’anni prima di sposarmi. Io stavo con quella che sarebbe diventata mia moglie. Era amica di una mia collega che la chiamava amorevolmente “la ninfomane”. Aveva una … Continua a leggere

Pubblicato in l'assassino | Contrassegnato , | 17 commenti

Crudele.

“Scrivimi.” Ti ho chiesto. E tu lo hai fatto. Cara, forse avrei preferito parlarti, ma accolgo la tua richiesta. Credo sia chiaro ad entrambi che la primavera è una bastarda. Ci ha illusi, confusi. È facile scambiare questo sole e … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | Contrassegnato | 23 commenti

197.

Stava seduto da più di un’ora sul muro di recinzione. Sapeva di averlo fatto mille volte, ma la Memory non gli concedeva di andare molto indietro nel tempo, di ricordare tutto. Sentiva un fastidioso formicolio ai piedi. Continuava a fissare … Continua a leggere

Pubblicato in corpi | 15 commenti