Allegoria della fedeltà del ramarro.

Lo incontro tutte le mattine.
Io in auto al semaforo sempre rosso, lui a piedi dall’altro lato della strada.
Tutte le mattine ha lo stesso sorriso che parte dalle labbra e arriva agli occhi grandi e scuri. È alto. Cammina un po’ ciondolante e sembra seguire il filo di una musica, sembra stia componendo. Tiene le mani unite davanti il petto, palmo e dorso si incontrano e ogni tanto si muovono come per uno strano applauso.
Ogni tanto rallenta il passo, si gira, come per essere certo di camminare sulla strada giusta e poi continua.
Avrà vent’anni.
È bello, di una bellezza che non torna come certi conti, non come il tempo.
Io mi incanto a guardarlo, lo vedo tra le braccia di sua madre che non ha ancora capito, nel giardino della scuola a macinare chilometri per inseguire quella melodia che sta ancora componendo, sul marciapiedi per andare chissà dove, ogni mattina, mentre io sto in auto al semaforo sempre rosso.

Annunci

Informazioni su menteminima

Metto i baffi così non mi riconosco.
Questa voce è stata pubblicata in corpi. Contrassegna il permalink.

59 risposte a Allegoria della fedeltà del ramarro.

  1. VinVivendo ha detto:

    Belle le cose che possiamo scoprire fermi ad un semaforo rosso basta aprire gli occhi

  2. germogliare ha detto:

    Dovremmo avere tutti un ramarro personale.

  3. massimolegnani ha detto:

    il semaforo rosso è un punto di osservazione privilegiato, per chi sa usare gli occhi.
    ml

  4. massimobotturi ha detto:

    esistono microstorie che hanno valore universale

  5. milodonteskin ha detto:

    Non lo hai solo descritto, Gli hai ricamato addosso un vestito coi fili del pentagramma. Una trama fitta di note intrecciate con delicata pazienza.

    Come Penelope. A tessere e disfare la tela tra un colore e l’altro dell’impianto semaforico.

    Brava.

  6. tramedipensieri ha detto:

    Lui, intoccabile nel suo mondo. Non ci fosse il semaforo….

  7. vikibaum ha detto:

    come dentro un acquario-lui-…

  8. rodixidor ha detto:

    Un dejà vu – come se tu l’avessi già scritto – oppure avevo il presagio che tu dovessi farlo prima o poi (tra un rosso e l’altro)

  9. newwhitebear ha detto:

    Nell’attesa del verde, lo vedi e immagini. Cosa? Che stia componendo qualcosa. Sarà vero?

  10. gelsobianco ha detto:

    Sono anche io a quel tuo semaforo rosso ogni mattina e vedo quel ragazzo che mi affascina nella sua unicità, così intatto nel suo mondo, musica di musica.
    Brava.
    gb

    • menteminima ha detto:

      Ciao gb tutto bene?
      grazie sempre per la bontà!

      • gelsobianco ha detto:

        Quale bontà, cara?
        Io sono estremamente sincera nel “commentare” ciò che leggo.
        Tu riesci a coinvolgermi con i tuoi scritti che mi fanno giungere molto.
        Questo è prezioso per me.
        Sai farmi vedere e cogliere il ragazzo bello, vestito di note che lui ha in sé.
        Tu qui hai saputo ricamare perfettamente tutto con grande delicatezza.
        E, quindi, brava. Brava.
        E sono molto sincera.

        No, non è esattamente tutto bene per me, ma passerà.
        Grazie, mm.
        Ti sorrido
        gb

      • gelsobianco ha detto:

        Non parlare di bontà quindi.
        Non è bontà, ma ben altro.
        Ciao, mm.
        gb
        Appena riesco, passo da te. Con piacere vero.

    • menteminima ha detto:

      non va bene neanche a me, ti abbraccio, forte.

  11. avvocatolo ha detto:

    Mi sa che frequentiamo…gli stessi semafori sai…

  12. avvocatolo ha detto:

    Ps non sono certo il ventenne ma quello che bestemmia nell’auto dietro la tua…che te pare a te che sia rosso te ti incanti a guardare il ventenne e hai come un drappo rosso davanti agli occhi di toro e mi fai scattare 3 volte il verde…

    • menteminima ha detto:

      dopo il ventenne passo al trucco. Ebbene sì mi trucco in auto!

      • avvocatolo ha detto:

        Ahhahahaha non ci credo se hai un’auto rossa te conosco ahahah l’altro giorno giuro ho assistito ad un trucco completissimo tra 3 o 4 semafori…matita…poi pennellone immagino con phard o roba simile…ma dove mi son piegato in due è quando sta tizi ha tirato fuori dalla borsetta un aggeggio di ferro tipo marchio a fuoco de ferto e se lo è stampato su ogni occhio…boh immagino abbia avuto anche fare con la forma delle ciglia ma era na roba tipo hannibal! Mentre guidava!

      • menteminima ha detto:

        auto nera. Non arrivo a tanto. Dopo il trucco tocca la lettura della posta. ..
        Vorrei essere un maschio pet potermi scaccolare!

  13. ginevra ha detto:

    com’è che scriviamo tutte di semafori…

    PS:,vorrei essere un maschio per potermi scaccolare mi fa stare male dal ridere. che poi li vedi? arrotolano tra le dita. e ci guardano anche. poi buttano dal finestrino per ricominciare. chi li ha creati! doveva essere distratto.

  14. viola ha detto:

    Spero che ti farà piacere perché ti ho taggata .Per sapere di più lo puoi leggere qui https://violetadyliopinionistapercaso.wordpress.com/2015/06/19/dimmi-che-gelato-ti-piace-e-ti-diro-che-libro-sei-tag/comment-page-1/#comment-20281
    Buon fine settimana 😉

  15. pornoscintille ha detto:

    Ci sono di questi personaggi che ti fanno venir voglia di raccontarli. Ti fanno venir voglia di guardarli come avrebbe fatto Simenon, ricamandoci un romanzo intorno. Complimenti per il tuo post (e per i commenti taglienti ;))

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...