A gambe aperte.

Stava in piedi, a gambe aperte, piantata sui tacchi. Nessuna volgarità, nemmeno un cenno di seduzione. Quello che mostrava era il potere.
L’ho ascoltata per quasi due ore a bocca aperta, non ho perso un solo movimento, una sola nota. Poi, tra un pezzo e l’altro ha bevuto, ha aperto la bottiglia, ha versato un po’ d’acqua nel bicchiere e ha bevuto.
Ma è stato quando ha cominciato a scuotere la fusciacca che teneva legata attorno ai fianchi come se fosse la coda di un abito da flamenco che ho capito tutto, tutto chiaro: io ero un vero fallimento e ora conoscevo il perché.
Sono donne come quelle che ho inseguito e mai raggiunto, per pigrizia, paura, ma soprattutto per incapacità. Quel genere di donna agisce, forte delle sue gambe aperte piantata sui tacchi. Gambe aperte che alludono alla vita e alla morte insieme, alla pace e alla tempesta. Quelle gambe, quei fianchi sono croce e delizia, mare in cui perdersi, cima da conquistare e lo sanno.
Quel genere di donna ha dentro di sé, radicata, la consapevolezza del potere, l’origine.
E io? Io no, io a gambe aperte manifesto la resa.

Annunci

Informazioni su menteminima

Metto i baffi così non mi riconosco.
Questa voce è stata pubblicata in corpi, insonnia. Contrassegna il permalink.

47 risposte a A gambe aperte.

  1. VinVivendo ha detto:

    Spettacolo della natura

  2. Aldievel ha detto:

    Bellissima lei, bellissimo il post! Grazie
    Ciao

  3. avvocatolo ha detto:

    Io a gambe aperte cago….

  4. pornoscintille ha detto:

    Ti basta poco per fare un racconto 🙂

  5. rodixidor ha detto:

    Fusciacca sono andato a cercare su Wikipedia …
    poi ho cercato anche Ute Lemper che non sapevo chi fosse: nata a Munster il 4 luglio 1963 (bè, auguri per il compleanno passato da poco) …
    Ancora bella voce alla sua età 🙂 Certo non è l’Angelo Azzurro …
    Che poi si fa presto a dire “a gambe aperte” ….

  6. vikibaum ha detto:

    io non l’ho mai vista ma un amico di famiglia sì…l’ha anche intervistata: grande donna, ripete sempre

  7. LudiLud ha detto:

    brava! (però, riguardo alle “donne con fusciacca” non è detto sai, l’apparenza inganna)

  8. gelsobianco ha detto:

    Interpretazione eccezionale.
    Bel pezzo il tuo, mm. Bello.
    A me piace molto la tua chiusa
    “E io? Io no, io a gambe aperte manifesto la resa.”
    Quanta consapevolezza in questa resa.
    🙂
    gb
    Auguri cari anche se in ritardo.

  9. Andrea Taglio ha detto:

    Da ometto faccio a volte fatica a ricordarmi che anche nell’altra metà del mondo ci sono esseri umani fragili, a volte.
    È bello nei tuoi pezzi leggere e trovare delle intuizioni così accurate.
    È inquietante quando le trovo anche sulla mia metà dell’universo… 😛

  10. newwhitebear ha detto:

    Un post intenso come lei nella sua posa a gambe aperte. Il potere della seduzione, il potere di essere la più forte, perché è consapevole che il sesso debole è anche il più forte.
    Dolce serata

  11. Vanni ha detto:

    Magari basta un bel corso di Flamenco! 🙂

  12. Miss Tresso ha detto:

    A gambe aperte ci stava pure la mia prof. di italiano al liceo.
    Mi ricordo che era molto amata dai miei compagni maschi.

  13. Eleonora Ingrassia ha detto:

    Ho voglia di e l’imoressione che dovrei leggere questo blog dall’inizio, un post alla volta!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...