Incipit.1

Poi finì tutto, esattamente come era cominciato: per caso.
Se la vita è un insieme di strade da percorrere, che si intrecciano con altre strade da percorrere, percorse a loro volta da altre vite, può accadere di inciampare uno sulla vita dell’altro. A volte questi inciampi sono una vera e propria benedizione, altre delle semplici seccature, alcune volte degli incommensurabili disastri.
Non so dare una definizione a quell’inciampo, posso solo descriverlo dal mio punto di vista che non può che essere parziale, ma che possiede in sé quel distacco necessario, quella distanza che, forse, rende più agevole lo sguardo.
Finì, e ognuno di loro tornò a fare quel che faceva prima, nello stesso modo: lui tornò a osservare l’orizzonte del mare sperando di scorgere Achab, lei a camminare ben attenta a non pestare le righe delle piastrelle.

Annunci

Informazioni su menteminima

Metto i baffi così non mi riconosco.
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

16 risposte a Incipit.1

  1. tramedipensieri ha detto:

    Meglio saltare le righe .a volte

  2. intorno ha detto:

    Le righe sono imprescindibili

  3. newwhitebear ha detto:

    un incipit favoloso. Quasi da rubare. Se lui torna a fantasticare, lei non è da meno, perché cammina in punta di piedi

  4. geleselibero ha detto:

    Ma si, dai, mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...