Sostanze stupefacenti.

Paolo è lontano ormai. Di lui mi è piaciuto tanto. Le sue gambe in modo particolare, in grado come erano di tenere un passo veloce dentro, ma fuori lento e compassato. Lunghe, con le ginocchia grosse da ragazzino scapestrato, ma ben nascoste dai calzoni seri. Mi è piaciuta la sua bocca all’apparenza sottile e nervosa, ma in verità morbida e dolce come quella di mia madre o di mio padre che ho amato – entrambi – appassionatamente, senza mai saperlo. Mi è piaciuta la sua cattiveria bambina, di quelle che perdono sempre. Era un perdente, uno schiavo, un sottomesso. Si descriveva con parole dure, non si amava. Credeva di avere una bruttezza in fondo al cuore che tutti potevano annusare, a volte venirne attratti, ma mai innamorati. E invece no, lui era bello, di una bellezza che non poteva capire e forse nemmeno io ho capito veramente. Non credo sia morto, starà là, al suo posto. E io lo penserò con amore e compassione, quella che forse sempre meritiamo.

Annunci

Informazioni su menteminima

Metto i baffi così non mi riconosco.
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

20 risposte a Sostanze stupefacenti.

  1. rodixidor ha detto:

    Amore e compassione, strana mistura …

  2. Paolo ha detto:

    Il brano mi piace, molto.
    La cosa strana è che mi ci vedo anche!! (il nome è stato solo il pretesto…)

    • menteminima ha detto:

      In realtà Paolo sono io.
      Spero tu ti veda con l’amore e la compassione necessari. 🙂

      • Paolo ha detto:

        In effetti, anche in questo mi ritrovo. Non sono generoso, né molto amorevole nei miei confronti. “Sto là, al mio posto.” E questo sembra bastarmi, per andare avanti.

      • menteminima ha detto:

        Eppure si vede il tuo cielo vispo di stelle

      • Paolo ha detto:

        Nel mio “cielo vispo di stelle” c’è spazio per… sincerità, visioni, ricerca, devozione e entusiasmo – per la Bellezza soprattutto; c’è racconto, confessione, liberazione; chiarezza, forse – o forse l’ennesima illusione.
        Il cielo vispo di stelle, in realtà, sta sopra di me, là fuori, dove mi capita di incontrare il Bello, il Vero. Ed io, quando mi capita di alzare la testa e riesco a stare un po’ a testa in su, ne riesco a godere.

      • Paolo ha detto:

        Il fatto che tutto ciò… in qualche modo “si veda”, anche solo per un attimo, fa brillare anche me.
        Ci sono spazi in cui per qualche momento, tutto sembra avere più senso, almeno un po’. E’ che non sono quelli in cui respiriamo normalmente. In gran parte, direi, ce li costruiamo.

    • menteminima ha detto:

      É sempre bello essere riconosciuti.

  3. tramedipensieri ha detto:

    Sono così gli amori fraterni, amicali, forse.

  4. Geko Tuttendorf ha detto:

    E’ un vero peccato che non parli più di lui… i tuoi nuovi personaggi a confronto suonano un pò banali, mediocri, quasi insignificanti.

  5. edp ha detto:

    Io da grande voglio fare una che scrive bene come te.

  6. newwhitebear ha detto:

    che dolce ricordo hai di Paolo. Sembra cullato tra le pieghe del cuore, perché anche se è sparito per te è sempre presente vivo e vegeto.

  7. Lallib ha detto:

    Il tuo Paolo è il mio Niccolò e di quella brutta bruttezza nel cuore, purtroppo, sono talmente innamorata da rendere difficile il distacco. Ma anche lui sta lì dove deve stare.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...