Un sabato qualunque

Guardavo le gare di nuoto. 

Una è arrivata seconda ed era arrabbiata, delusa e arrabbiata, ma continuava a dire che era felice. E allora ho pensato che io non ho mai vinto, non sono mai nemmeno arrivata seconda, a meno che arrivare secondi non coincidesse con arrivare ultimi. Non è che non ho mai vinto, ho sempre perso. Ho perso mia madre, mio padre, amici, amanti, lavori, gare, riffe, lotterie, scommesse, occasioni, tutto.

Poi ho pensato che non ho veramente perso, ha vinto qualcosa o qualcuno d’altro e io me ne sono rimasta sempre lì, a bocca asciutta, a guardare, qualche volta fregandomene, qualche volta piena di lividi e col sangue che usciva dappertutto, qualche volta senza nemmeno accorgermene. 

Ci deve essere da qualche parte un meccanismo che si attiva e fa vincere l’altro. Non cerco scuse, conosco bene la mia natura gelatinosa, so quanto poco io sia in grado di afferrare le cose e stringerle forte, trattenerle. 

 

Informazioni su menteminima

Metto i baffi così non mi riconosco.
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

9 risposte a Un sabato qualunque

  1. rodixidor ha detto:

    Signora, lei è una donna piuttosto distratta.

  2. annikalorenzi ha detto:

    c’è una pedagogia didattica che si chiama globalità dei linguaggi ed una delle sue teorie è..tieni stretto e lascia in fretta.
    Piano piano ho imparato ad amare anche il lasciare…

  3. newwhitebear ha detto:

    si perde, si vince. Basta non farsene un dramma.

  4. -> attelociN ha detto:

    Sono arrivata qui per caso, cercando altro. (Mi) cerco sempre (in) altro. Mi sei capitata come le visioni prese di sghimbescio, quelle che arraffi in fretta e furia, prosegui, poi torni indietro col muso arricciato mentre ti dici: “aspetta un attimo, cos’era quella cosa lì”?
    Tornerò a leggerti. Intanto ti ringrazio per la sorpresa e per le volte in cui nel giro di pochi minuti, mi sono messa comoda a lambire pensieri-pensati, e un po’ trascritti, solo seguendo le tracce segnate dalle tue parole.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...