Archivi categoria: love love love

Sirene.

Leccami qua, dietro il lobo dell’orecchio sinistro che è più sensibile di quell’altro. Leccami la lingua, i baci e gli sguardi. Poi scendi, prendi la strada del collo. Con la lingua percorri ogni spazio, ogni piega, ogni difetto, ogni anfratto. … Continua a leggere

Pubblicato in corpi, love love love, smalto alle unghie | Contrassegnato , , | 29 commenti

Penso semplice.

Vorrei essere per te, che sei grano, come la neve e poi come il sole.

Pubblicato in love love love, smalto alle unghie | 22 commenti

Questo è il giardino. (Tanto Giulio non passa di qua)

Giugno. Tutte le siepi secche, morte. Stecchi mummificati. Non è rimasta una sola piantina di bosso a fare da confine. Tutte morte. Una volta avevo un giardino. Me ne curavo poco. Lasciavo alle stagioni il lavoro più duro, io mi … Continua a leggere

Pubblicato in l'assassino, love love love | Contrassegnato , | 19 commenti

Fandango.

Vorrei tenere un capo del fazzoletto. Tu dovresti tenerlo dall’altra parte e ballare con me tutta la notte. Noi non ci teniamo per mano, è un ballo più difficile il nostro ma io lo preferisco. Possiamo legare il fazzoletto al … Continua a leggere

Pubblicato in love love love, smalto alle unghie | Contrassegnato , | 15 commenti

Pensavo alla bellezza.

È bellezza la nostra? Noi siamo invisibili, non esistiamo. Se esistessimo veramente potremmo essere visti e quel che si vedrebbe non sarebbe certamente bellezza. Ma io e te siamo bellissimi nelle mani che sfiorano e stringono invisibili corpi lunghi e … Continua a leggere

Pubblicato in insonnia, love love love, smalto alle unghie, Uncategorized | Contrassegnato | 37 commenti

L’ossidiana nella borsa.

Giorni di mare, di vento, di sole e di vulcani. Pietre, sabbie, sali. Tu dormivi e io nuotavo. Io dormivo e tu correvi. Ci siamo incontrati lo stesso, tu con la maglietta blu, io con gli infradito rotti. C’era sempre … Continua a leggere

Pubblicato in love love love, smalto alle unghie | 31 commenti

La Dogana.

Parlavamo del bene. Il bene che dici tu non può appartenere che alla madre. Per il tuo bene, per la tua felicità, purché tu sia contenta. Non esiste amante, in nessuna isola, né scoglio o barca alla deriva in grado … Continua a leggere

Pubblicato in corpi, love love love | Contrassegnato | 30 commenti

Dilaniarsi.

Quello che dovrei fare è prendere un bisturi e incidermi la carne. Ricavarne con abilità striscioline di pelle. Dal seno bianchissime, più scure da una gamba. Potrei intrecciarle e farne bracciali. Ma ho scelto un modo più complicato per dilaniarmi. … Continua a leggere

Pubblicato in insonnia, love love love | 32 commenti

A flower.

Ieri, ancora primavera, la montagna era bella come non lo è stata mai. Dico “bella” come un bambino direbbe bella, direbbe cattiva o paura. Il verde, i fiori, gli insetti e gli uccelli. Tutto perfetto. Anche la cerva morta, quasi … Continua a leggere

Pubblicato in love love love, senza regole | 25 commenti

Pratelline.

Pratelline le chiamava la zia Catina, che io chiamavo Rina anche se il suo nome era Caterina. Da bambina, in estate, passavo parecchie settimane a casa sua. Non aveva figli e io ho sempre sentito di essere la sua nipote … Continua a leggere

Pubblicato in love love love | 39 commenti