Archivi categoria: senza regole

Rifiuto organico riciclato.

Oggi è come il sapore del mattino nella bocca di mister Camel. È come il perizoma di missis Americano dopo una notte di sesso al Motel con mister Folletto. Oggi è come l’aroma di conceria di quel serpentario a Bangkok. … Continua a leggere

Pubblicato in senza regole | Contrassegnato , , | 38 commenti

Lo stato.

In questo posto non ho praticamente mai scritto di me stessa, quella vera intendo. Oggi ho voglia di farlo, ho voglia di mettere nero su bianco, a caso, quello che mi passa per la testa. Lo so, è un esercizio … Continua a leggere

Pubblicato in senza regole | Contrassegnato , | 36 commenti

Vorrei essere Doc Sportello.

Ieri sera era una specialissima serata di merda. Non una banaleseratadimerda, bensì (che parola orrenda) una specialissima serata di merda, di quelle che grazie a (chi cazzo vuoi tu) capitano raramente (gli avverbi fanno schifo anche a me, ma chi … Continua a leggere

Pubblicato in insonnia, senza regole | Contrassegnato | 32 commenti

Pellegrinaggio sentimentale: se lo eviti non ti uccide.

Quello è il letto dove ho dormito per vent’anni. “Se quando hai la febbre alta, ti guardi le mani e le vedi strane vuol dire che stai per morire”. Io su quel letto sono morta almeno cinquanta volte. È capitato … Continua a leggere

Pubblicato in senza regole | Contrassegnato | 41 commenti

Sole stupido.

Tornavo a casa. La strada del ritorno è sempre la stessa, porta malinconici addii, fughe fallite. Il vento di scirocco piegava le canne e gli alberi ai lati della strada. Le prime se ne fregavano, i secondi pagavano il conto … Continua a leggere

Pubblicato in corpi, senza regole, smalto alle unghie | Contrassegnato , | 31 commenti

Settantacinque per cinque, cento per due.

Sono infedele ma ho la qualità di saperlo ammettere, forse è l’unica che ho. Provo avversione per le cose definitive, per i giuramenti, le promesse, le dichiarazioni di intenti. Fatico a fare tre volte la stessa strada, a mangiare pasta … Continua a leggere

Pubblicato in senza regole | Contrassegnato | 16 commenti

TT

Se fossi un uomo credo che le farei la corte ma sono una donna e mi limito a guardarla. È bassa, magrissima, senza seno, ha i capelli biondi, tinti, corti, un po’ sparati. Il viso è asciutto, appuntito, occhi grandi … Continua a leggere

Pubblicato in corpi, senza regole, smalto alle unghie | Contrassegnato , | 51 commenti

Una China, grazie.

Scrivo senza rileggere, con la spavalderia che non ho mai avuto. Sono solo e triste e sento che il mio stomaco non ne può più. Credo che butterò tutto alle ortiche ma non ce ne sono ai lati delle strade … Continua a leggere

Pubblicato in senza regole, spritz | Contrassegnato , | 14 commenti

In fondo, al centro.

Sono andato a Torino. Due giorni. Bell’albergo. Torino non mi affascina ma ci sto bene. Ieri, dopo aver camminato parecchio, ho deciso di fermarmi a mangiare qualcosa. Sedevo in un bar, all’interno, per via dell’aria condizionata e avevo una magnifica … Continua a leggere

Pubblicato in corpi, l'assassino, senza regole | 37 commenti

A flower.

Ieri, ancora primavera, la montagna era bella come non lo è stata mai. Dico “bella” come un bambino direbbe bella, direbbe cattiva o paura. Il verde, i fiori, gli insetti e gli uccelli. Tutto perfetto. Anche la cerva morta, quasi … Continua a leggere

Pubblicato in love love love, senza regole | 25 commenti