Cronache marinare.1

Sono usciti dall’acqua tenendosi per mano, mentre un’onda cercava di trattenerli ancora un po’. Ridevano. C’era un vento forte che li faceva ridere ancora di più. Risero anche quando volò via il loro piccolo ombrellone rigato. Lui correva per acciuffarlo e lei piegata dalle risate tremava per il freddo. Poi lui è tornato, ha buttato l’ombrellone più in là e si è letteralmente tuffato su lei. Sono caduti entrambi sulla sabbia. Lui per tre quarti sopra di lei ha preso a baciarla, lei gli si è avvinghiata, si è  incollata a quel corpo e a  quei baci.

Io, poco più in là, osservavo la scena. Non erano le risate a stordirmi e nemmeno i baci quasi violenti. Era piuttosto l’idea insopportabile della sabbia nelle mutande.

C98440C3-6011-4E1C-A968-7679942C6D32

Informazioni su menteminima

Metto i baffi così non mi riconosco.
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

12 risposte a Cronache marinare.1

  1. intorno ha detto:

    Sei molto sensibile alla sabbia nelle mutande 😦

  2. rodixidor ha detto:

    Che romantica che sei ! 🙂

  3. Ti fa vedere il mondo sotto un altro aspetto, ti cambia proprio la prospettiva del tutto, la sabbia nelle mutande.

  4. newwhitebear ha detto:

    nelle tue o nelle loro?
    Buon pomeriggio

  5. annikalorenzi ha detto:

    la passione non sente sabbia…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...